fondi#ÈOLIO

Il progetto “Frantoio Sociale” ha come obiettivo principale quello di produrre un olio di Stromboli a totale filiera locale, valorizzando, di conseguenza, il territorio.

Ma non meno importante è l’obiettivo di coinvolgere tutta la popolazione dell’isola, stanziali, proprietari di case, turisti occasionali, amici di amici, ecc. per realizzare qualche cosa che ha forse ancora più valore di un buon olio, della pulizia dei terreni o del rispetto per l’ambiente: l’idea che Stromboli è l’isola di tutti quelli che la amano, che ne vogliono preservare l’anima unica e irripetibile, che hanno a cuore la salvaguardia e il rispetto di una comunità complessa ma ostinatamente fedele alla propria unicità e alle tradizioni e che ha fatto di questo posto un paradiso di terra e di emozioni.

E’ quindi necessario, per la buona riuscita del progetto, che tutti ma proprio tutti gli strombolani, doc o avventizi, partecipino alla raccolta fondi mettendo a disposizione risorse: beni, servizi, tempo, competenze, in base alla propria capacità e possibilità. L’impegno di ciascuno sarà l’opportunità per tutti di creare Éolio, con la speranza che un importante risultato raggiunto si trasformi nell’incipit per un nuovo progetto a salvaguardia di Stromboli e delle sue ricchezze.

Finanziamenti

Il progetto del Frantoio Sociale necessita di un budget di 35.000 euro, nel caso del solo acquisto dei macchinari e affitto di magazzino idoneo, oppure di 85.000 euro nel caso di acquisto dei macchinari e recupero immobiliare del vecchio frantoio sito nel fabbricato della chiesa di San Bartolo.

Il fatto di intervenire sul recupero del vecchio frantoio, se da una parte aumenta considerevolmente gli obiettivi economici del progetto dall’altra amplifica il valore di cura e rispetto dell’isola e della sua storia, aumentando il senso identitario e affettivo del messaggio che diventerà parte essenziale degli obiettivi della campagna di comunicazione, permettendo quindi una strategia di raccolta fondi che legittimi l’uso degli strumenti consolidati per simili scopi in ambito non profit.

Campagna di raccolta fondi “A Stromboli il mare è un olio”: ipotesi operative

Proponiamo di organizzare una serie di giornate strutturate in eventi che coinvolgeranno gli ospiti e la popolazione.  Alcune di queste, già realizzate in passato, fanno leva sulla necessità di riciclare quanto più possibile materiali e prodotti di scarto, al fine di non incrementare inutilmente il già critico e costoso problema dello smaltimento dei rifiuti. Da tempo la popolazione residente e non mostra grande sensibilità e preoccupazione riguardo a questa criticità, si ritiene quindi che l’evento incontrerà il favore del pubblico.

  • Mercatino dell’usato: richiesta a tutti coloro che possiedono casa e/o attività commerciali nell’isola di donare materiali non più utilizzati ma ancora in buono stato (abbigliamento, mobili, oggettistica, tessile, fondi di magazzino, produzioni artistiche ecc.). Si raccomandano prezzi modici: il successo di queste iniziative si basa più sulla quantità che sulla qualità.
  • Mercatino di materiali di recupero: raccolta di materiale da spiaggia, mare, immondizia quali legni interessanti, pietre, mobili restaurabili, lumi, parti di oggetti, materiale da lavoro (quali reti da pesca ecc.).
  • Mercatino di Materiale Storico di Stromboli: cartoline, foto, carte topografiche e/o nautiche ecc.
  • Mostra di gioielli antichi nella Parrocchia di San Vincenzo.
  • Mercatino Gastronomico: preparazione di cibo a cura di privati e vendita (dolci, prodotti tipici, tonno, alici, capperi, Éolio ecc.). Si richiede agli alimentari dell’isola di destinare un buono (di importo da definirsi) per l’acquisto di una spesa al progetto.
  • Si richiede ai ristoratori di destinare una cena al giorno al progetto: dedicare un piatto al frantoio con una percentuale che verrà destinata alla campagna di raccolta fondi.
  • Laboratori di cucina presso ristoranti e/o privati.
  • Mercatino dei Servizi: si richiede ai lavoratori dell’isola una o più ore da destinare all’iniziativa, offrendo un servizio a prezzo agevolato da destinare al progetto. Gite in barca, escursioni sul vulcano, corsa taxi, giardinaggio, servizi marittimi, ecc.
  • Bomboniere: richiesta dei parroci a chi decide di sposarsi a Stromboli di destinare quanto previsto per le bomboniere al progetto, a fronte di piccola pergamena.
  • Eventi musicali/teatrali da definirsi.
  • Asta di opere artistiche: organizzazione di una serata dove si svolgerà un’asta con opere donate da artisti amici dell’isola di Stromboli (artisti, galleristi, etc)
  • Donazioni liberali di materiale (abiti, oggettistica, accessori) da parte dei produttori del made in italy che hanno rapporti con l’isola (Armani, Dolce & Gabbana, etc).

Tutto il materiale e i servizi per le iniziative, compresa la campagna di comunicazione, saranno donati dagli isolani, dai proprietari delle case, dagli esercenti e da eventuali sostenitori e simpatizzanti diventando parte degli obiettivi economici della raccolta fondi.

Difficile ipotizzare al momento un incasso posto che l’iniziativa è la numero 0. Molto dipenderà dall’accoglienza del progetto “A Stromboli il mare è un olio”. Ma ancora più indicativo della somma raccolta, che comunque ci si augura essere consistente, sarà quantificare la partecipazione e l’entusiasmo al momento delle richieste.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Attiva Stromboli©copyright2019